Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

News

Pu.Ma.Trading Taranto, la rimonta resta incompiuta

Domenica 12 Febbraio 2017

Il Cus Jonico si sveglia nell’ultimo quarto  

 

PU.MA. TRADING TARANTO – WE’RE ORTONA 76-79

Pu.Ma. Trading Basket Taranto: Fioravanti 9, Azzaro 9, Caldarola, Enhie, Di Salvatore ne, Procacci 32, Ciampaglia 4, Laquintana 18, Veccari 2, Sacchetti 2. All: Putignano.

We’re Basket Ortona: Abassi, G. Di Carmine 22, Gialloreto 17, Bertocco 2, Agostinone ne, Martone 6, A. Di Carmine 2, Martelli 5, Musso 7, Castelluccia 18. All: Quilici.

Parziali: 21-20, 34-45, 53-69

Arbitri: Alessandro Soavi di Cagli (PU) e Nicolò Bertuccioli di Pesaro. Usciti per falli: Fioravanti (T, 4°q); Spettatori: 750 circa.

 

La tripla di Procacci che non va. Sarebbe stata l’ennesima ma ancora una volta la Pu.Ma. Trading Taranto resta a bocca asciutta. Nonostante una grande rimonta nell’ultimo quarto, da -24 a -3 il Cus Jonico deve recriminare sui due quarti centrali dove Ortona ha preso il largo. Invano o quasi i 32 punti di Procacci, i 18 di Laquintana a furie di triple che hanno messo paura ad Ortona a Di Carmine che con i suoi 22 punti ha trascinato la We’re insieme a Castelluccia, 18, e Gialloreto, 17. Coach Putignano ancora in contumacia Chiacig lancia l’ultimo arrivato Ciampaglia in quintetto con Procacci, Fioravanti, Azzaro, Laquintana. Gianluca Di Carmine, Gialloreto, Martone, Musso e Castelluccia le scelte iniziali di coach Quilici.

Procacci infila subito una tripla, Fioravanti segna da sotto per il 5-0 Cus. Capitan Di Carmine risponde con due canestri ma Taranto ha buon ritmo in attacco: vanno a segno Procacci ancora di tripla e poi Fioravanti e Ciampaglia che segna subito i primi punti in rossoblu per il 12-6 che costringe coach Quilici al time put al 5’. Che spezza il ritmo rossoblu, Ortona torna a -2 con Di Carmine-Castelluccia. Ciampaglia ci prende gusto, altro canestro per il 14-11 al 7’. Qualche cattiva gestione in transizione con palla persa porta Castelluccia e Gialloreto al sorpasso Ortona, 14-15 che dura solo un attimo, il tempo per Laquintana di infilare due “bombe” che portano il Cus a chiudere avanti il primo quarto 21-20 nonostante il canestro ospite in extremis di Musso.

Punto a punto il secondo quarto con Sacchetti che mette dentro un piazzato per rispondere al tentativo di allungo ospite con Castelluccia e Di Carmine. Poi sorpasso e controsorpasso a suon di triple di Laquintana e Gialloreto. Ma a far la voce grossa da fuori ci pensa Castelluccia che piazza due tiri da lontano per il 30-35 e time out coach Putignano al 15’. Immarcabile Castelluccia che segna ancora per il +11 della We’re ed un break di 0-8 interrotto solo dai liberi di Azzaro e Fioravanti ma che non cambiano la sostanza del 34-45 con cui si va all’intervallo.

Gialloreto apre il terzo quarto col canestro del +14 Ortona., poi Castelluccia, ancora tripla per il +16 prima del canestro di Procacci. Ma Ortona dilaga sempre con Gialloreto e Castelluccia e va a +21, 39-60 con rossoblu anche innervositi da qualche provocazione di troppo. Martelli infierisce di tripla per il +24. Procacci prova a rianimare la squadra con 8 punti in fila, caricando anche Fioravanti che segna una tripla in chiusura di quarto di fatto riaprendo la partita sul 53-69.

Laquintana l’accende ancora di più con la tripla del -11 anche se Taranto perde Fioravanti per 5° fallo. Laquintana va ancora fino in fondo, per il -7, 64-71, in un crescendo anche di tifo al PalaMazzola che mai come ora ci crede. L’ex Mola è in ritmo e mette in ritmo anche i compagni, come Procacci chiamato due volta al tiro da fuori e cecchino per il 70-73 a 5’ dalla fine per un break di 17-4 che diventa 20-5 quando Procacci infila la terza tripla di fila per il -2. Azzaro stringe i denti ma non ce la fa per il finale, gran finale quando capitano Procacci fa poker di triple per il -1 a 2’ dalla fine. Musso riporta Ortona in retina per il 76-79 a 1’ dalla fine. Procacci tenta l’ennesima perla da fuori, sarebbe il pari, ma stavolta non va. Ortona manca il match point dall’altra parte, al Cus però restano soli 9 secondi e la “preghiera” di Procacci per portare tutti ai supplementari non viene esaudita. Resta rammarico, tanto rammarico per quel che poteva essere e non è stato.

Domenica si va in trasferta, in casa della prima della classe, Montegranaro con lo stesso spirito, dell’ultimo quarto.

IL CUS JONICO SUI MEDIA - La partita Pu.Ma.Trading TA-Ortona verrà trasmessa giovedì alle 22 su Canale 85.