Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

News

Pu.Ma. Trading Taranto: vittoria di testa e di cuore

Sabato 9 Dicembre 2017

Il Cus Jonico batte Lecce al Palafiom: avanti anche di 18 i rossoblu mantengono sangue freddo dopo la rimonta ospite e portano a casa il successo. Pellot 22, Veccari 21, Romano 16

 

PU.MA. TRADING TARANTO – LUPA LECCE 80-74

Pu.Ma. Trading Basket Taranto: Fernandez 5, Pellot 22, De Angelis 6, De Iacovo ne, Caldarola, De Pasquale 7, Sisto ne, Romano 16, Alberti, Mastropasqua 3, Panzetta ne, Veccari 21. All: Calore.

Pall. Lupa Lecce: Malaventura 8, Quaranta, Paiano 4, Colella 10, Zezza, Rizzato ne, Sirena 10, Caloia 3, Lasorte 4, Mocavero 21, Ferilli 14. All: Bray.

Parziali: 23-11, 45-31, 64-53; Arbitri: Marco Mitrugno di Mesagne (BR) e Davide Galluzzo di Brindisi. Usciti per falli: Colella e Mocavero (LE); Espulso: Ricatti (dirigente TA per proteste); Spettatori: 400

 

Seconda vittoria consecutiva in casa per la Pu.Ma. Trading Taranto che al Palafiom bissa il successo con Manfredonia della settimana scorsa battendo la Lupa Lecce 80-74 dopo una partita che ha visto i rossoblu andare due volte sul +18 salvo poi subire la rimonta di Mocavero (21) e compagni fino al +2 degli ultimi minuti dove però Pellot (22), Veccari (21) e Romano (16) insieme ai propri compagni hanno tenuto duro, vincendo di cuore e di testa.

Coach Calore parte con Fernandez, Pellot, Caldarola, Romano e Veccari. Coach Bray risponde con Malaventura, Paiano, Colella, Sirena e Mocavero.

Il primo canestro è una tripla di Mocavero. Risponde Veccari, poi una tripla di Romano e una di Pellot e il doppio canestro di Sirena per l’8-7 Cus al 3’. Ancora da lontano, prima Pellot poi Malaventura ma sono i 5 punti in fila di Romano a segnare il primo allungo rossoblu, 18-10 al 7’ e a costringere coach Bray al time out. Che non raffredda la mano di Romano ancora a segno da tre per 23-11 del primo quarto completato dall’arresto e tiro di Pellot.

Basta un attimo però a inizio secondo quarto a Lecce per rientrare con Paiano e Ferilli da tre e poi i due liberi di Lasorte per un dubbio antisportivo fischiato a Fernandez per il 24-18 al 13’. Lecce rientra a -5 e ci vuole tutta l’esperienza e bravura di De Pasquale che segna da sotto e poi va di tripla ricaricando anche Veccari, per lui 4 punti in fila. In ultimo anche Mastropasqua segna da lontano per il 36-23 che rimette coachy Bray a sprecare un altro time out. De Angelis e De Pasquale continuano a incendiare la retina, Taranto raggiunge sul 41-23 il massimo vantaggio, +18 ma deve fare i conti con l’orgoglio ospite e qualche errore di troppo prima dell’intervallo: Mocavero, Lasorte e Sirena ne approfittano riducendo il gap fino al 45-31 al riposo.

Ferilli apre la ripresa con una tripla ma sale in cattedra Pellot anche dalla distanza e con un ispirato Romano trascinano il Cus Jonico a “rinnovare” il massimo vantaggio, 52-34. Lecce non ci sta, Mocavero non ci sta e ricomincia ad attaccare il pitturato cussino portando a casa canestri, falli e liberi. Un paio di canestri di Veccari non evitano il ritorno della Lupa a -10. Taranto si rimette con pazienza in attacco, Fernandez e Veccari ricostruiscono il +14 ma arrivano all’ultimo quarto avanti 64-53.

Inizio dell’ultimo quarto da dimenticare per la Pu.Ma. Trading: Colella segna due triple, poi Ferilli recupera e segna in contropiede per lo 0-8 che vale il -3 Lecce. Un paio di altri fischi controversi della coppia di arbitri brindisina, nel marasma generale arriva la tripla di De Angelis che fa respirare il Cus Jonico ma prontamente “annullata” da un indemoniato Colella per il 67-65 a 4 minuti dalla fine. Veccari si inventa letteralmente una tripla a 2’ dalla fine ma Mocavero fa lo stesso dall’altra parte e si resta sul 71-69. Fernandez non sbaglia ai liberi per il +4 con cui il Cus di presenta all’ultimo giro di lancetta al cardiopalma. Veccari e Romano fanno “solo” 1/2 dalla lunetta, Mocavero sul -6 dimezza con una tripla a 14 secondi dal termine. Ancora fallo sistematico dei salentini ma stavolta Veccari e poi Romano non perdonano per una vittoria che vale tanto, vale l’aggancio a Lecce a quota 12 in classifica.

E dopo questo tour de force non resta che attendere l’ultimo turno del girone d’andata, domenica della prossima settimana, con il Cus Jonico che andrà a giocare a Castellaneta in casa della Valentino dei tanti ex a cominciare da coach Leale.