Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

News

Pu.Ma. Trading Taranto: Giulio Caricasole è il nuovo allenatore

Mercoledì 28 Febbraio 2018

Il tecnico tarantino guiderà il Cus Jonico dove è nato cestisticamente. Arriva dalla Virtus under 18 per la grande sinergia rossoblu-orange. “Morale da risollevare, la squadra c’è!”

 

Il Cus Jonico Basket Taranto è lieto di comunicare ufficialmente il nome del nuovo allenatore: sarà Giulio Caricasole a ricoprire il ruolo di head coach della Pu.Ma. Trading Taranto impegnata nel campionato di serie C Silver Puglia.

Ancora una volta la società rossoblu attinge dal bacino di “casa”. Coach Caricasole infatti è tarantino ed ha mosso i primi passi da giocatore proprio nel Cus Jonico sul finire degli anni ’80 a livello giovanile. Ma non solo, arriva direttamente dalla panchina dell’under 18 della Virtus Pallacanestro Taranto, la consociata del “Progetto Giovani”, segno ulteriore del lavoro in sinergia tra le due società che va avanti oramai da anni nel panorama del basket tarantino.

Figlio d’arte, Giulio Caricasole è nato il 20 gennaio 1973 a Taranto: dopo essersi fatto le ossa nelle giovanili del Cus, come detto, ha giocato diversi campionati senior tra Puglia, Basilicata e Lazio. Proprio qui, tra Roma e Rieti ha iniziato la carriera da allenatore prima di rientrare in Puglia e ricoprire incarichi di responsabile del settore giovanile a Castellaneta, Carovigno, Ostuni e Ceglie. Non solo settori giovanili, infatti ha ricoperto anche incarichi di head coach in serie C e D sulle panchine di Ostuni, San Vito dei Normanni, Carovigno e Ceglie.

Il nuovo coach rossoblu, che ieri ha incontrato per la prima volta la squadra dopo aver battuto con l’under 18 Virtus per 71-61 Lecce, ha le idee chiare sugli obiettivi e sul momento difficile che il Cus attraversa: “In pochi giorni non si possono fare miracoli, anche il calendario (Monopoli in trasferta e Ceglie in casa, ndr) non ci è d’aiuto. Nel primo incontro con i ragazzi nello spogliatoio ho detto che dobbiamo innanzitutto risollevare il morale ritrovando il divertimento di allenarci. Quanto agli obiettivi, l'idea è quella di allenare la prima squadra e favorire il graduale inserimento nel futuro degli under tarantini della Virtus”. Buon lavoro coach!