Il Cus Jonico si prende il derby! Valentino battuta

6ªgiornata Serie C Gold: Taranto batte Castellaneta in un Palafiom pieno. Bricis e Dusels (32 e 27 punti) trascinano i rossoblu alla quarta vittoria in campionato

10.11.2019

CUS JONICO BK TARANTO – VALENTINO CASTELLANETA 97-82

Cus Jonico Basket Taranto: Di Diomede 11, Bricis 32, Longobardi 11, Dusels 27, Grosso 10, Salerno 4, Berzins, Cito 2, Pannella, Bitetti ne. All. Olive

Valentino Basket Castellaneta: De La Cruz 4, Mascoli 9, Marshall 22, Budrys 12, Ianuale 16, Moliterni 5, Gaudiano 14, Ricciardi, Pancallo, Leonardelli. All. Leale.

Parziali: 25-15, 52-28. Arbitri del match: Marco Mitrugno di Mesagne (BR) e Angelo Iaia di Brindisi. Usciti per falli: De La Cruz (C). Note: Spettatori circa 800 spettatori.

Si tinge di rossoblu il derby della provincia di Taranto. Il Cus Jonico Basket vince con grande autorevolezza contro la Valentino Basket Castellaneta nella sesta giornata del campionato di serie C Gold. Alla fine il punteggio dice 97-82 per i rossoblu che dominano i primi tre quarti, arrivano sul +30 poi calano d’intensità favorendo il ritorno dei biancorossi. In un Palafiom quasi pieno, con tanto tifo, grandi e piccini, anche ospite, autentici trascinatori per il Cus Jonico sono stati i due lettoni Bricis e Dusels autori rispettivamente di 32 e 27 punti con Di Diomede e Grosso in doppia cifra; Marshall 22 e Ianuale 16 per la Valentino. Il tutto sotto lo sguardo del presidente della provincia Giovanni Gugliotti e del sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci.

Coach Olive parte con Di Diomede, Bricis, Dusels, Grosso e Longobardi. Coach Leale risponde con De la Cruz, Mascoli, Marshall, Budrys e Ianuale.

Il primo canestro porta la firma Di Diomede. È un derby e si vede perché la palla pesa un po’, il ritmo è altissimo e si sbaglia tanto in avvio. Poi la mano si scalda, segnano Grosso, Longobardi e Dusels per Taranto, rispondo De la Cruz, Marshall e Budrys. Sul 10-8 Cus la tripla di Ianuale vale il primo sorpasso Castellaneta che dura un attimo, il tempo di un canestro di Dusels e capitan Grosso. L’aria dell’est soffia sul Palafiom, Dusels segna e subisce il fallo per un gioco da tre punti, Bricis schiaccia il 19-13 e di lì a poco la tripla del +9 che sul 24-15 chiude il primo quarto.

Il monologo cussino continua nel secondo quarto con la premiata ditta Dusels e Bricis che aumentano il margine fra penetrazioni e canestri dalla distanza fino al 32-17 per un break complessivo a cavallo dei due quarti di 22-6. Gaudiano prova a svegliare i suoi con 5 punti in fila ma Bricis rispedisce al mittente ogni velleità di rientro in partita con tripla e libero supplementare. Anzi Di Diomede ritocca il massimo vantaggio dei padroni di casa, 41-22. Ci prova anche Moliterni con una tripla ma il Cus è implacabile con Salerno e due triple, una di Grosso e una di Longobardi che portano all’intervallo Taranto avanti 52-28.

Al rientro in campo dopo la pausa il Cus Jonico non molla la presa: Di Diomede, Bricis e Dusels mordono ancora sotto canestro e i rossoblu doppiano nel punteggio Castellaneta: 60-30; la tripla di Bricis subito dopo vale il massimo vantaggio a +32. Insomma le mani sulla partita per la squadra di coach Olive che però si rilassa e offre il fianco alle giocate della Valentino. Due triple di fila di Marshall riducono il gap ed allora Bricis si rimette all’opera con un paio di canestri dei suoi per il 71-41. Un film già visto, due triple ospiti di Marshall e Gaudiano che si accende nel finale di terzo quarto insieme a Ianuale per un punteggio che dice 77-54.

Bricis e Dusels, e chi se no, mettono in ghiaccio la partita con altre due triple per l’83-56. Non è garbage time perché un derby non lo prevede. Castellaneta gioca fino alla fine e cerca di ridurre la forbice. E ci riesce con Mascoli che si aggiunge a Gaudiano e Marshall. Taranto gioca a sprazzi, il punteggio lo consente, e palude al canestro di Cito. Alla fine festa grande per il Palafiom rossoblu con Grosso e compagni a prendersi i meritati applausi, anche dei piccoli della Salvemini e della Virtus che li hanno accompagnati sul parquet.

Domenica si torna in trasferta, a Vieste, per cancellare le due precedenti sconfitte di Molfetta e Manfredonia.

foto di Aurelio Castellaneta

Commenti

C'è il derby, il ds Appeso: "Gara particolare, serve il gran tifo!"