Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

News

Il Cus Jonico torna a vincere!

Sabato 2 Marzo 2019

20ª giornata campionato serie C Gold: Taranto ritrova il successo battendo di 20 Altamura. Superlativi Simaitis e Dusels, esordio ok di Longobardi ma bravi tutti nel gioco di squadra

 

CUS JONICO TARANTO – LIBERTAS ALTAMURA 87-67

Cus Jonico Basket Taranto: Giovara 14, Simaitis 30, Dusels 19, Pannella 9, Baraschi 7, Martignago 4, Bitetti, Mattei ne, Longobardi 4, Massagli ne. All. Olive

Libertas Basket Altamura: Castoro 8, Rey Prado 20, Barozzi 16, Basile 17, De Bartolo 4, Casareale ne, Vignola, Spampinato 2, Coretti, Trevisa. All. Costrufo.

Parziali: 21-12, 38-32, 58-51; Arbitri: Aldo Procacci di Corato (BA) e Mario Stanzione di Molfetta (BA). Fuori per 5 falli: Bitetti (T), Spettatori: 350.

 

Finito il digiuno. Si torna a esultare. Il Cus Jonico Basket Taranto brinda con un paio di mesi di ritardo al nuovo anno. E lo fa vincendo la prima partita del 2019 e dell’era di coach Olive che fa centro alla sua seconda presenza sulla panchina rossoblu. Il successo contro la Libertas Altamura, con una grande prova di carattere nel finale, in quei momenti decisivi spesso letali, ha diverse valenze. Rilancia la classifica dei rossoblu in ottica playoff ed il +20 ribalta la differenza canestri contro i baresi (vittoriosi +17 all’andata). Ma è dal gioco di squadra e dai singoli che sono arrivate finalmente le risposte che erano state smarrite: 30 punti per Simaitis col 46% da tre, 19 e doppia doppia per Dusels col 75% dal campo senza dimenticare l’apporto di Giovara (14), Pannella (9), Baraschi (7) ed i rimbalzi catturati da Martignago e Bitetti. Positivo anche l’esordio del nuovo arrivato Longobardi con un solo allenamento sulle spalle.

Coach Olive, alla prima in casa, parte con Dusels, Giovara, Baraschi, Pannella e Simaitis con l’ultimo acquisto Longobardi dalla panchina. Coach Cotrufo schiera in quintetto Basile, Castoro, De Bartolo, Rey Prado e Barozzi.

Baraschi inventa per Pannella, primo canestro Taranto. Pannella per Dusels e Baraschi ancora per due volte assiste Giovara ed è 8-0 Cus. Altamura ci mette un po’ a entrare in partita, e dimezza con Barozzi e Prado. Ma Taranto è in palla, la premiata ditta Baraschi-Giovara confezione un bel alley-oop e poi lo stesso capitano recupera lanciando Dusels in contropiede per il 13-6 che porta coach Cotrufo al time out. Ma l’inerzia non cambia, Simaitis e Pannella vanno dentro con buona ricezione e portano il Cus avanti di 11. De Bartolo cerca e trova un po’ di falli in penetrazione, con i liberi a segno accorcia le distanze ma nel finale una palla rubata di Giovara lo proietta in coast to coast per il canestro del 21-12 che chiude il primo quarto.

Secondo quarto che comincia come il primo, Bitetti serve Giovara per il +11. Entrato sulla fine della prima frazione arriva presto il primo canestro tarantino di Longobardi, in penetrazione, per il +13. Lavorando di fisico sotto le plance Barozzi tiene in partita gli ospiti che con la tripla di Basile e i liberi di Prado si fanno sotto 29-24 costringendo coach Olive al time out. Dusels prova a ridare consistenza al vantaggio cussino ma Basile va ancora di tripla per il -3. Ci vogliono i cm di Dusels e Martignago ma anche la tripla di Simaitis per portare Taranto davanti all’intervallo sul 38-32.

Inizio di terzo quarto disastroso per Taranto che perde la via del canestro. Va forte invece Altamura che segna con tutto il quintetto, tripla di Basile e poi i liberi di Prado per il pareggio 39-39. Il canestro di Martignago in semigancio è solo una parentesi perché poi la tripla di Castoro segna il sorpasso della Libertas, 41-44. La tripla di Simaitis suona la sveglia, Dusels va a segno per il controsorpasso, 48-47. Si gioca punto a punto, a spezzare l’equilibrio ci pensa un’altra tripla di Simaitis bissata poco dopo da Baraschi che manda il Cus all’ultimo quarto sul 58-51.

I liberi di Simaitis in apertura valgono il +9 ma è un attimo perché Altamura si rifa di nuovo sotto con falli subiti, che costringono Bitetti al quinto, e liberi torna a -6. Lunetta felice anche per Dusels e poi il canestro dalla “spazzatura” trovato da Longobardi per il nuovo +10. La Libertas non si arrende e accorcia con la tripla di Basile subito rispedita al mittente da quella di Simaitis. Ma Prado la riapre, ancora dalla lunga distanza, 71-64 a 3’ dalla fine. In altre gare le gambe in questo momento hanno e avrebbero cominciato a tremare. Ma non stavolta. I due giocatori dell’est prendono in mano la partita, Dusels è perfetto dalla lunetta e dal pitturato, Simaitis è letale come nei giorni migliori dal perimetro, Taranto si ritrova d’incanto sul +17 ed è capitan Baraschi a mettere a segno il canestro che ribalta il -17 di Altamura. Il resto è solo gioia quella per la vittoria ritrovata.

Domenica prossima 10 marzo a Vieste la prova del nove per capire se il Cus Jonico è davvero tornato.