Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

News

Pu.Ma.Trading Taranto, il cuore non basta: è retrocessione

Lunedì 15 Maggio 2017

Il Cus Jonico perde gara 3 a Giulianova, fatali i tiri liberi e gli ultimi 3 minuti.

 

ETOMILU GIULIANOVA – PU.MA. TRADING TARANTO 68-62

Etomilu Giulianova Basket 85: Danilo Gallerini 20 (2/6, 5/8), Simone Colonnelli 15 (0/3, 4/5), Antonello Ricci 12 (5/6, 0/2), Riccardo Bartolozzi 9 (3/5, 0/3), Simone De Angelis 8 (0/2, 2/6), Riccardo Rosa 4 (2/7, 0/0), Giuseppe Sacripante 0 (0/2, 0/1), Simone Di Diomede 0, Edoardo Magazzeni ne, Giorgio Zacchigna ne. All: Francani.

Pu.Ma. Trading Taranto: Roberto Chiacig 19 (9/18, 0/1), Alessandro Procacci 11 (1/4, 1/3), Giovanni Laquintana 11 (1/3, 2/6), Matteo Fioravanti 10 (1/3, 2/3), Alessandro Azzaro 5 (1/2, 1/1), Tommaso Sacchetti 4 (1/1, 0/0), Luigi Veccari 2 (1/1, 0/0), Emanuel Enihe 0, Alessandro Ciampaglia 0, Christian Pancallo ne. All: Putignano.

Parziali: 16-13, 37-29, 47-44; Arbitri: Sebastiano Tarascio di Priolo Gargallo (SR) e Dario Lombardo di Trapani (TP). NOTE GIU: Tiri liberi: 11 / 14 - Rimbalzi: 25 5 + 20 (Danilo Gallerini 7) - Assist: 15 (Danilo Gallerini 4); NOTE TA: Tiri liberi: 14 / 30 - Rimbalzi: 33 9 + 24 (Roberto Chiacig, Alessandro Azzaro 9) - Assist: 6 (Alessandro Procacci 3).

 

Sarebbe bastato fermare il tempo, 59-61 a 3 minuti dalla fine. Ed invece proprio in quegli ultimi, fatali, 180 secondi è maturata la retrocessione in C della Pu.Ma. Trading Basket Taranto uscita sconfitta da gara 3 di finale playout in casa dell’Etomilu Giulianova 68-62. Dopo quasi un decennio che ha visto il Cus Jonico in continua ascesa dalla Promozione passando per Serie D, Serie C regionale, Serie C Nazionale e ben 4 anni di Serie B, la compagine rossoblu conosce l’amarezza di una retrocessione. Nella “bella” mai così brutta del PalaCastrum sono stati pagati cari gli errori ai liberi, un 14/30 (0/7 solo di Azzaro) che grida vendetta ma anche il black out arrivato sul più bello quando dopo una partita giocata punto a punto Taranto era tornata in vantaggio spinta dai canestri dell’eterno Chiacig (19 punti) e dalle conclusioni di Laquintana, Procacci e Fioravanti (tutti e tre in doppia cifra). Giulianova, trascinata dai 20 punti di Gallerini, 15 di Colonnelli, 12 di Ricci gioca 3 minuti in più e si prende quella salvezza che i rossoblu avevano accarezzato per 37 minuti.

La cronaca: coach Francani parte con Sacripante, Gallerini, De Angelis, Ricci, Bartolozzi. Coach Putignano conferma il quintetto di giovedì scorso: Procacci, Fioravanti, Azzaro, Laquintana, Chiacig.

Bartolozzi segna il primo canestro di gara 3. Ci vogliono un paio di minuti al Cus per sbloccare la circolazione offensiva, Chiacig libera Fioravanti per la tripla del 2-3. Risponde dall’altra parte Ricci pure lui di tripla poi è Chiacig a danzare in post basso per il canestro del 5-5 al 3’. Cerca sistematicamente il tiro da lontano l’Etomilu e ci riesce con Colonnelli. Nervosismo in campo, Giulianova esaurisce il bonus di falli ma anche Fioravanti commette tre infrazioni nel giro di pochi possessi e deve lasciare il parquet a Veccari. Continua la sfida di triple, segnano Laquintana e Gallerini, poi i liberi di Procacci riscrivono il pari a 11 al 6’. Taranto carica di falli gli abruzzesi ma non sfrutta sempre i liberi, croce di questa stagione, in compenso capitan Procacci ruba palla a Bartolozzi e in contropiede segna il 13-11. Il finale di quarto è però dei padroni di casa con l’ennesima tripla, del sorpasso, di Colonnelli, e i liberi di Ricci che fissano il punteggio sul 16-13.

Non trova fluidità in attacco il Cus, a Giulianova basta un canestro di Ricci e un’altra tripla di Colonnelli in avvio di secondo quarto per raggiungere il massimo vantaggio, +8, che costringe coach Putignano al time out. La riscossa della Pu.Ma. Trading arriva con il sottomano di Sacchetti che ha buon impatto dalla panchina come Enihe. Il break di 6-0 viene completato da Procacci e dal piazzato di Chiacig per il -2, 21-19 al 14’. La solita tripla di Gallerini rilancia l’Etomilu che torna a +5. Bartolozzi schiaccia in faccia a Chiacig il +7, il pivot accetta la sfida e infila due canestri in attacco per il -4 Cus. Si va avanti a strappi, alla tripla di De Angelis segue il canestro di Fioravanti. Poi Colonnelli quasi da metà campo si inventa l’ottava tripla di squadra che scava il solco di 8 punti con cui si va all’intervallo, 37-29.

Si rientra dagli spogliatoi con Ricci, per un attimo +10, e Chiacig a segno. Azzaro si sveglia dal torpore dei primi due quarti e lo fa con una tripla pesante unita alla stoppata che Veccari rifila a De Angelis, quindi l’arresto e tiro di Chiacig per il -3 Taranto che costringe Francani al time out. Ma il Cus è in ritmo, lo è anche Veccari che completa aggiorna il break rossoblu sullo 0-9 e soprattutto -1 a metà terzo quarto, 39-38. Azzaro continua a litigare con la lunetta dei liberi ma quando c’è da schiacciare non si tira indietro, il Cus resta in scia. All’appello manca Fioravanti dopo il primissimo canestro del match, il prodotto di Cantù segna la tripla che vale il sorpasso Taranto, 41-43 al 27’. Ricci ristabilisce immediatamente la parità. Poi Procacci punisce dalla lunetta un tecnico ai giallorossi. Punteggio bloccato fino alla fine del quarto con Taranto che non ne vuole sapere di segnare ai liberi e viene punita allo scadere dalla tripla di Gallerini che riporta avanti Giulianova alle soglie dell’ultimo quarto, 47-44.

Chiacig monumentale: segna, subisce il fallo e segna il libero supplementare del pari. Non è da meno Rosa che approfitta di due defaiance rossoblu per il +4 interno. Procacci con una tripla riporta Taranto a -1 ma a spegnere gli ardori cussini ci pensano due triple in fila di Gallerini, 57-50 Giulianova e time out Putignano a 7’ dalla fine. Il Cus Jonico si rimbocca le maniche e va dal suo trascinatore “Ghiaccio” ma dall’altra parte Ricci rimarca il +7 a 5’ dalla fine. Grida vendetta un fallo di Ricci su Azzaro costretto ad uscire in barella, unica consolazione l’ingresso di Sacchetti infallibile ai liberi così come Fioravanti, 4 punti in fila che riportano Taranto a -3 a 4’ dal termine. Chiacig continua a sfidare le leggi del tempo, terzo tempo da favola per il -1 e poi la tripla di Laquintana per il sorpasso, 59-61 a tre minuti dalla fine. Potrebbe essere una partita in discesa col vantaggio mentale e non solo, invece diventa una salita invalicabile. Taranto perde due palle sanguinose in attacco, Giulianova la punisce con De Angelis per il pareggio e con Ricci per il controsorpasso. La terza palla persa di fila per il Cus coincide con la sua condanna, la partita di fatto finisce qui perché il ricorso al fallo sistematico non fa altro che aumentare la forbice del punteggio e scrivere, in maniera amara, la parola fine sulla stagione come nessuno avrebbe mai voluto e pensato.

 

Etomilu Giulianvova-Pu.Ma. Trading Taranto 2-1 (playout al meglio 2/3)

GIULIANOVA SALVA, TARANTO RETROCEDE

Gara 1: Giulianova-Taranto 58-45

Gara 2: Taranto-Giulianova 77-74

Gara 3: Giulianova-Taranto 68-62

 

5X1000 AL CUS JONICO -  Come ogni anno l’A.D. Cus Jonico Basket rientra tra le associazioni sportive dilettantistiche alle quali può essere destinato l’addizionale IRPEF, comunemente conosciuta come “5 per mille”. Per sostenere le tante iniziative, come il “Progetto Giovani”, basta firmare, sulla dichiarazione dei redditi (CUD, 730, Modello Unico), nello spazio dedicato alla scelta del 5 per mille, sul primo riquadro (sostegno onlus, ass. promozione sociale, ass. riconosciute D.Lgs. 460/97, e ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE), completando nella riga sottostante con il numero del codice fiscale dell’A.D. Cus Jonico Basket: 80017930738.